Ul Pres Sanvì

Un ricordo, un po’ particolare, del nostro Mirto.

I versetti, rigorosamente in dialetto, sono di Aurelio B., un amico ed estimatore di HafliPinz Ti e delle sue attività.

Ul Pres Sanvì al riva dal San Pedru
setaa sü na cadrega d’or e vedru.
Al ga dumanda: “Vuraress savé
se podi pü daveru turnà indré”.

Al ga rišpund ul Sant: “Caro Sanvì,
naressa gio vuluntera anche mi,
ma l’è na roba che nissün po fa,
urmai sem chi dent in dal mund da là”.

E al dis ammò: “Un pošt ch’inscì al ta špeta
sicome ta sunavat la curneta.
Gh’è ‘n quai angiur che al sa indurmenta via
bisögna dagh ul la cun curtesia.

E ti che ta sunavat pei to amis
ta pudressat cun grazia dagh l’avis
che l’è vegnuda l’ura dal so turno
che chi al po vess ünicament diurno”.

E ul San Pedru l’è mia che al sa cuntenta,
cun i incarich al Pres al ga dà denta:
“Te se štai president da l’Haflipinz,
una gran presidenza senza grinz,

a gh’em chi un mezzo, una canunada,
ma mai nissün che al l’abia manuvrad:
al podaress servì per purtà in gir
i sant vecc che ul nà a pé i gan pü in di mir”

Al pensa ul Pres: “Mei che šta chi a fa nient.
E chi sa se magari dent per dent
sa fa tapa per un aperitiv
cume cui soci quand che s’evi viv?”.

2 pensieri riguardo “Ul Pres Sanvì”

  1. Presidente, il non averti più tra noi è stata una grande perdita per tutti noi che abbiamo avuto il piacere e l’onore di conoscerti, la tua umanità, simpatia e disponibilità restranno per sempre nei nostri cuori

  2. Gianni De Pascalis, presidente del club AUTO STORICHE CANTÙ partecipa al lutto che ha colpito il Vs Club per la perdita del Pres Mirto. Saluti a tutti Voi
    Gianni De Pascalis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.