Agape di chiusura, stagione HafliPinz Ti 2019

“La nebbia agli irti colli”… piovendo abbondantemente… “sale”… e sotto il monte Rosone urlano e biancheggiano Cassarate e Franscinone.
Ciononostante, all’interno del Grotto del Faggio, in quel di Madonna d’Arla, gli impavidi cavalieri e dame di HafliPinz Ti (sono 24 i commensali) all’aperitivo brindano ad un’appagante stagione sociale, che ci ha portato su e giù per belle e intriganti sterrate e strade del Ticino e della Regione Insubrica.
Prima “da met i gamb sota al tavul”, Vittorio, dopo aver riassunto i messaggi di saluto ed augurio dei vari soci impossibilitati a partecipare, ha informato al riguardo delle attività della prossima stagione, distribuendo il Programma in versione cartacea.
Inoltre, ha voluto significare, a nome del Club, la riconoscenza ad alcuni soci e collaboratori che, col loro impegno straordinario, hanno dato lustro all’attività sociale.
Da tutti è stata apprezzata la presenza fisica del Presidente Mirto che, nonostante qualche acciacco, non ha rinunciato a quest’appuntamento.
Occorre anche dire che è mancata la presenza del nostro “corista” Fausto, ma le immagini teletrasmesse del suo, quasi contemporaneo, bel concerto con i Cantori delle Cime al LAC lo hanno sicuramente “riabilitato”.
Quali altre brillanti risorse tiene HafliPinz Ti nel suo poliedrico scrigno? In questo senso, ha fatto piacere anche la presenza, con la consorte, del nostro “marconista” Antonio.
Dunque… “metem i gamb sota al tavul ca scumenza ul servizi!” La cucina del Grotto con Prisca, Odette, Giordano e tutto il loro staff si è data da fare per servire un delizioso menù a base di ossibuchi e risotto con funghi porcini. A loro, un sentito grazie.
Non è poi mancata la consueta riffa, con un nutrito ed apprezzato banco premi fornito anche dai partecipanti; segno del bello spirito di gruppo che ci accompagna.
Nel tardo pomeriggio, infine, calorose strette di mano e auguri di Buone Feste… ed un arrivederci alla “Classica di primavera”, il 25 aprile prossimo, da Mendrisio alla Valle di Muggio: su per le falde del Monte Generoso… Occhio!

Carlo 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.